#instagramitalia

743,811 PostsShare

2017-10-18 05:44:14

📷 @gabdetails 📍Torino ⠀ Buongiorno ragazzi, progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte per volontà del duca Carlo Emanuele II che voleva farne la sua residenza di caccia e costruita in pochissimo tempo, dal 1658 al 1679, la Reggia di Venaria è sicuramente una delle maggiori e più belle residenze sabaude. Imponente, fastosa, il suo progetto fu ripreso per la costruzione della reggia per antonomasia, quella di Versailles. La Reggia di Venaria fa parte dal 1997 del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Il complesso, di cui fa parte la reggia, è costituito da circa 80.000 m2 di terreno calpestabile, include il parco ed il borgo storico di Venaria. Al borgo si unirono successivamente altre case e palazzi di semplici cittadini che vollero abitare nei dintorni della Reggia, fino a che Venaria Reale divenne comune autonomo della provincia di Torino. I giardini della reggia furono persi a causa dei francesi di Napoleone che li trasformarono in piazza d’armi. Solo in seguito furono ripresi i lavori di risanamento dell’ambientazione naturale circostante. Dal 2007, dopo otto anni di restauri, gli splendidi giardini del complesso della reggia di Venaria rappresentano il fiore all’occhiello di questa magnifica costruzione con gli spazi dei Giardini all’Inglese, quello dei Fiori e delle Rose, e l’area dei boschetti. Agli inizi del Settecento Filippo Juvarra lavorò al complesso e in particolare alla costruzione della Gran Galleria e parallelamente della Chiesa di Sant’Uberto, incastonata tra i palazzi tanto da non permetterne la costruzione della cupola. Gli ultimi lavori, che riguardavano le scuderie, il maneggio, la scala della Reggia di Diana e la galleria di Sant’Uberto furono realizzati tra la seconda metà del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. ⠀ 🔎 Foto selezionate da: @bellerofonte70 👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook 📝 #ig_italia #italia #instagramitalia #ig_italia_borghiecitta #italy #torino

Share 20,076 147
2017-10-18 07:58:18

Via Cimatori || Close to Piazza Signoria and Orsanmichele, its name derives from cloth-cutters who once worked on this small street. This photo was taken on the corner of Cimatori and Via de’Cerchi, another street named after a wealthy Florentine family who made their home here in the 14th century. You can see the Tabernacolo del Canto alla Quarquonia with a 17th century fresco by Alessandra Gherardini “St. Phillip. Neri with the urchins.” On the far end, towards Orsanmichele, you’ll find historic panino spot @iduefratellinifirenze, usually with a hungry happily-chatting queue waiting for their stuffed panino and tiny glass of wine. Just another place in #YourFlorence to love...

Share 2,828 37
2017-10-18 04:49:55

🔷 18🔹October 🔹2017 🔷 👉 Artist: @dany2986 👈 🌍 Location: Lecco, Lago di Como, Lombardia, Italy 🌍 🔝Visit her beautiful gallery🔝 ✔Photo selected from Admin: @antoninoprinciotta✔ 🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻 🚶 FOLLOW 👉 @italiainunoscatto ✔ HASHTAG 👉 #italiainunoscatto #italia_inunoscatto 🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺 👤 Founder/Admin: @antoninoprinciotta 🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟 👉 Our other gallery: 👉 @italiainunoscatto_bnw / #italiainunoscatto_bnw 👉 @italiainunoscatto_splash / #italiainunoscatto_splash 👉 @italiainunoscatto_hdr / #italiainunoscatto_hdr 👉 #italiainunoscatto_hdr_sunset 🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟 🔸Visit these friends galleries: 🔸@yallersitalia 🔸@top_italia_photo 🔸@thepicart 🔸@best_italiansites 🔸@italia_dev 🔸@italy_hidden_gems 🔸@new_photocampania 🔸@destination_italy 🔸@new_photoitalia 🔸@visititaly.it 🔸@italy_heart 🔸@worldclubheart 🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸 🚫 WEB PHOTOS 🚫 STOLEN PHOTOS 📨 Gradito repost - repost or screen 🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻 #instagram #italia #italy #italian #igersitalia #kings_villages #top_italia_photo #ig_italia #ig_italy #igglobalclub #ig_europe #igworldclub #igworldclub #ig_worldclub #igersitaly #instagramitalia #beautifuldestinations #gf_italy #new_photoitalia #visititaly #wonderful_places #travellingthroughtheworld #lecco #lagodicomo #lombardia 🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺 🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸🔸 🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻 ▶follow us on ⬇◀ ▶www.facebook.com/italiainunoscatto◀ 🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺

Share 5,196 48
2017-10-18 10:29:23

ALPINE MIRROR 📍Rifugio delle Odle

Share 1,386 46
2017-10-17 18:20:50

Partiamo dal presupposto che provo fastidio nei confronti di chi annuisce in generale. Lo provo ancora di più, quando lo si fa in ambito universitario, di fronte il Professore a lezione, ancora peggio durante gli esami. Mettiamola così: in aula, insieme alla mia, ci sono tante teste, tutte allineate; davanti e dietro. A volte mi capita di focalizzarmi su alcune di queste. Ci sono alcune di loro che prudono dalla voglia di compiacere il Prof. e se stessi. Come se d’un tratto fosse stata messa in sottofondo la canzone “despacito” e solo io e pochi altri non riusciamo a sentire la musica. Si abbassano, fanno a gara a chi riesce a spostare l’aria intorno al proprio naso più velocemente. Ma lasciatemi dire una cosa: godo tanto quando il professore sbaglia e il Sig. “Si” continua ad annuire, com’è solito fare, stavolta però sbagliando anche lui. #ragusa #igersragusa #igerssicilia #scicli #italian_places #italy_vacations #bestvacations #bestcitybreaks #volgosicilia #prettylittleitaly

Share 2,595 121
2017-10-18 10:31:33

Beatitudine

Share 2,726 41
2017-10-17 20:23:56

📷 @jan9.0 📍Milano Nel 1386 fu posta la prima pietra del Duomo di Milano, dedicato a Santa Maria Nascente, per volere dell’arcivescovo Antonio Saluzzo. Alta 108 metri e mezzo, lunga 158 e larga 96, con 150 doccioni e 135 guglie è per grandezza la terza cattedrale al mondo, dopo San Pietro e quella di Siviglia. Molte sono le curiosità legate al Duomo, di seguito ne trovate alcune. Fino alla metà del XIX secolo, gli orologi di Milano erano regolati dalla meridiana del Duomo. Un foro sul soffitto cattura un raggio di luce che cade sul pavimento: quando la luce segnava mezzogiorno si dava un segnale e la campana del Cordusio, vicino a Piazza Mercanti, suonava. Sul mezzogiorno del Duomo si regolavano le attività commerciali. Vicino alla sagrestia settentrionale, c’è un quadro che raffigura la Vergine, detto della Madonna delle Rose. Nel dipinto non c’è ombra di un fiore, ma il suo nome è legato a una leggenda. Nel 1409 Milano era assediata dagli eredi di Bernabò, ostili all’allora signore di Milano Giovanni Maria Visconti. La città, non avendo più armi per difendersi, decise di saccheggiare il cantiere del Duomo. Una donna molto devota aveva paura delle conseguenze divine e così ogni giorno si recava davanti all’antico quadro portando un mazzo di rose. Un giorno trovò il mazzo di qualche giorno prima appassito e si mise a piangere pregando per la salvezza del figlio ferito in battaglia. Le rose rifiorirono: di qui il nome del quadro. Dal lato di corso Vittorio Emanuele, il transetto è chiuso, murato. Ma secondo le intenzioni dei costruttori qui doveva esserci una grande porta, aperta sulla strada (come avviene dall’altra parte della cattedrale). Poiché nel Quattrocento da quel lato si trovava il mercato, molti proprietari di carretti e mulattiere attraversavano la cattedrale passando appunto da quella porta. E nessuna legge riusciva a fermare quel via vai. Così l’arcivescovo Borromeo prese la decisione di murare il transetto. 🔍 Foto selezionate da: @danirossi80 & @bellerofonte70 👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook 📝 #ig_italia #italia #instagramitalia #ig_italia_borghiecitta #italy #milano

Share 30,744 247
Load More ↓Loading fail. Click retry ↓
You’ve reached the end of the list.